Centro ascolto minori

1 febbraio 2016

Centro ascolto minori Padova

Centro ascolto minori ed osservazione per consulenze tecniche e percorsi terapeutici per le vittime di violenza, e per gli autori dei reati ( verso attenuazione delle esigenze cautelari ai sensi dell’articolo. 299 comma 2 c.p.p ) “per garantire soggetti deboli, quali anziani e minori, e in particolare questi ultimi per quanto attiene all’accesso agli strumenti informatici e telematici, in modo che ne possano usufruire in condizione di maggiore sicurezza e senza pregiudizio della loro integrita’ psico-fisica;…” DECRETO-LEGGE 14 agosto 2013, n. 93 ‘Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere…’
Il Comitato ONU sui diritti dell’infanzia ha dato un interpretazione sui Commenti generali del n. 10 dedicato alla giustizia minorile e n.12 dedicato al diritto del bambino e dell’adolescente di essere ascoltato. (https://www.unicef.it/Allegati/Ascolto_minori_ambito_giudiziario_2012_1.pdf) Nel punto 65 delle Linee Guida del Consiglio di Europa del 17.11.2010 troviamo l’ indicazione che: “Le dichiarazioni audiovisive rilasciate da minori che sono vittime o testimoni dovrebbero essere incoraggiate, pur rispettando il diritto delle altre parti di contestare il contenuto di tali dichiarazioni”. Ogni perito che debba documentare un lavoro forense necessita di cautele tipiche
dell’incidente probatorio con necessità di lasciare traccia del lavoro in maniera inequivocabile. La carenza di luoghi adeguati per l’ascolto protetto di minori o di testimonianze legali ci porta a fornire una struttura adeguata all’ascolto e al supporto psicologico documentabile. La nascita di un Centro d’Ascolto a Padova (CAMP) fruibile sia per necessità forensi, terapeutiche e didattiche con possibilità di registrazione audio, video e controllo o fruizione a distanza si aggiunge alle esigue offerte di spazio neutro di ascolto del bambino e dell’adulto.